Benvenuti nel mio blog!!! - Emozioni Dietro L'Obiettivo ...

30 giugno 2009

Una Notte Al Capanno

Il vento della sera...

Un capanno sulla sponda nord del Lago di Fimon (Vicenza) era nascosto tra i salici, sospeso sull'acqua calma: un breve ponte in legno conduceva all'ingresso. La luce di uno spicchio di luna timidamente illuminava la riva desolata del lago; l'atmosfera era surreale per la presenza della luce dell'uomo...
Quella sera le nuvole correvano veloci nel cielo: ad un tratto, il vento che soffiava da sud vinse ogni resistenza e spazzò via le nubi verso le montagne...

Montata la fedele D40 sul treppiede, ho scelto l'ottica che mi garantiva il maggior respiro possibile visti gli spazi limitati; il Nikkor 12-24 f/4 alla minima focale era d'obbligo per costruire una compo soddisfacente. Come facile da intuire, per realizzare una lunga esposizione ho scelto la modalità manuale con tempo di posa B. La sensibilità ISO era obbligata a 200 per ottenere la miglior qualità ed il tempo di esposizione corretto per rendere le nubi come scie. La messa a fuoco non costituiva un problema vista la quantità di luce presente. Scegliere l'apertura del diaframma e il tempo di esposizione era la cosa più difficile: non c'era il tempo di calcolare con precisione!! Ho impostato il diaframma a f/8, chiusura sufficiente per la profondità di campo desiderata, ma non così elevata da necessitare un tempo di esposizione infinito... ora restava da calcolare il tempo di esposizione! Avevo pochi momenti a disposizione, e dovevo ancora capire come illuminare artificialmente con una torcia il mio soggetto; tentare alla cieca una lunga esposizione avrebbe potuto voler dire perdere il momento buono in caso di errore... utilizzare l'esposimetro della D40 era forse più rischioso ancora, senza contare il tempo necessario all'operazione!! Così ho deciso di alzare gli ISO a 1600, aprire il diaframma al massimo consentito e scattare con un tempo approsimativo; una volta che avevo sottomano l'istogramma, ho impostato nuovamente i parametri prestabiliti. Senza calcolare il tempo corretto per guadagnare secondi preziosi, ho premuto il pulsante per lo scatto e fatto partire il cronometro!! Mentre il tempo scorreva, ho calcolato a spanne l'esposizione e stoppato il tutto al momento desiderato: ho scelto di sottoesporre la foto di qualche secondo e recuperarla poi in pp, piuttosto che portarla al limite e poi gettarla perchè sovraesposta!!

In pp ho recuperato un po' le parti sottoesposte (il tetto del capanno, la barca a sinistra e il riflesso dell'acqua) e chiuso un po' le ombre delle colline di sfondo aumentando così il contrasto dell'immagine. Saturazione ed ottimizzazione per il web!




D40, Nikkor 12-24 a 12mm, f/8, ISO 200, 112", Treppiede, Scatto Remoto



7 commenti:

Andrea Moro ha detto...

Ciao Enrico, questa è una delle tue foto che mi piacciono di più...ottima nell'estetica e nell'impatto emozionale! Bellissimi i contrasti! Devo dire cha hai fatto un ottimo lavoro, nella fretta...c'è chi nella fretta fa foto orribili, se la crede, e quando viene criticato la prende come una scusa...una scena che ho visto più volte anche altrove :-D Ma non è il tuo caso...Continua così!

Andrea

Stefano Cuccolini ha detto...

Ciao Enrico, questa foto ha davvero un impatto molto particolare! sembra uscita dal set di un film Horror...dal titolo: "non aprite quella porta" ^__^
comunque ottima tecnica e risultato finale! complimenti!
un saluto

Enrico ha detto...

=) grazie infinite amici per il parere positivo!!!

Luca ha detto...

Uno scatto degno del miglior Enrico: composizione, tecnica e, soprattutto, impatto emotivo veramente da urlo.
Bravissimo, non mi viene in mente altro....

Luca

Enrico ha detto...

Grazie infinite Luca!! L'emotività è sempre al centro della mia ricerca!

D40ista ha detto...

Ciao Enrico, non solo hai tirato fuori uno scatto che si commenta da sè, ma l'hai accompagnato da un racconto che coinvolge il lettore e descrive magnificamente il momento, oltre a essere un mini-tutorial su come comportarsi in una simile estrema situazione.
Complimentoni!!

Enrico ha detto...

Grazie infinite Giuliano!! sono proprio contento che ti sia piaciuto anche il racconto: ho provato a metter giù i pensieri "circa" come correvano nella mia mente al momento dello scatto...

ATTENTION

All images contained in this site and their respective copyright are the sole property of Enrico Grotto and as such are protected by Italian and International Copyright Laws. They may not be copied or downloaded in part or whole using any digital, electronic or photographic means or stored in a retrieval system by any person(s), company or companies without prior written permission of the owner-photographer. For whichever use or information you can contact me via email. Thanks.