Benvenuti nel mio blog!!! - Emozioni Dietro L'Obiettivo ...

20 settembre 2011

La Poesia Della Luce

ParcoPAN - Pale di San Martino dalla Cavallazza

Settembre: nonostante in pianura l'estate stia prolungando la sua permanenza, le vette delle montagne hanno già iniziato i preparativi per accogliere l'imminente autunno. Le temperature in quota si fanno più miti, il sole al tramonto saluta le cime sempre prima di giorno in giorno. Gli invasori abbandonano i loto insediamenti, convinti di aver vissuto "la vera montagna"... vane illusioni...

Grazie alla disponibilità di mio fratello, organizzo una spedizione toccata e fuga dopo mesi di astinenza dalla fotografia paesaggistica: destinazione programmata Castellaz! In fretta e furia carichiamo l'auto, nonostante la velatura del cielo non faccia prevedere ottime condizioni... Sfrecciamo verso il Passo Rolle nella speranza che la fresca aria di montagna possa regalarci un cielo limpido e sgombro da nubi! Purtroppo, però, più ci avvicinavamo alla meta e maggiore è l'intensità delle nubi... Arrivati al passo, diamo una rapida occhiata ad ovest: tanto è bastato per cancellare la meta prefissata e dirigerci di comune accordo per l'ennesima volta alla Cavallazza... "Viste 'ste nubi, almeno un camoscio riusciremo a vederlo!!": amara consolazione per un paesaggista, ma pur sempre un'esperienza da vivere dopo due ore di macchina!



Mai commisi errore più giusto!! Arrivati con non poca fatica a destinazione, desolati per aver incontrato una sola volpe e aver visto un puntino marrone che mio fratello chiamava camoscio, delusi per la velatura del cielo... ma allo stesso tempo pieni di speranza, che cercavamo di non far trapelare, per uno spiraglio di sereno all'orizzonte...



E fu così che la luce trasformò in poesia la pallida roccia delle dolomiti, donò forma alle morbide curve del terreno, tingendo d'oro tutto ciò su cui si posava...
In pochi secondi, recuperai l'attrezzatura ed iniziai a scattare intorno a me: non ero pienamente consapevole di ciò che stavo immortalando, i miei occhi erano incapaci di credere a ciò che vedevano: eravamo passati in 30" da una desolazione grigia ad uno scintillio di colori...


Un mare di nubi sovrastava l'abitato di San Martino e il Primiero, rendendo onirico il paesaggio verso sud: attimi imperdibili, ricordi indelebili... In meno di 4 minuti tutto come era improvvisamente apparso, è sparito...
Lentamente l'oscurità stava avanzando, un ultimo scorcio rubato prima del rientro alla macchina guidati dalla fievole luce della luna e accompagnati dal bramito del re di queste foreste...

 

Tutte le foto sono state scattate con Nikon D700, Nikkor 24-70/2.8, Lee ND 0.9 Grad Soft.



4 commenti:

Stefano Cuccolini ha detto...

Ciao Enrico!
Finalmente torni a pubblicare qualcosa! mi stavo chiedendo che fine avessi fatto! :D
Bellissimo racconto condito di emozioni che fortunatamente ho potuto vivere anche io nelle mie terre...quelle uscite che si organizzano all'ultimo...senza tante speranze o aspettative...giusto per....e che poi invece ti regalano quegli spettacoli di luce che ti colgono all'improvviso e non sai nemmeno dove puntare la reflex :) La mia preferita la seconda, seguita a ruota dall'ultima! complimenti!
Ste

Anonimo ha detto...

Complimentei per il blog e le foto, mi sono piaciute molto, spero di poter fare qualche escursione di quelle che hai indicato, ciao!

Stefano Carceller

prestiti on line ha detto...

la foto di san martino con tutte quelle nubi è stupenda.
Sara M.

nunziadaquale ha detto...

Ho visto il link su flickr...bellissime le tue immagini!

Poetry/Nunzia

ATTENTION

All images contained in this site and their respective copyright are the sole property of Enrico Grotto and as such are protected by Italian and International Copyright Laws. They may not be copied or downloaded in part or whole using any digital, electronic or photographic means or stored in a retrieval system by any person(s), company or companies without prior written permission of the owner-photographer. For whichever use or information you can contact me via email. Thanks.