Benvenuti nel mio blog!!! - Emozioni Dietro L'Obiettivo ...

2 giugno 2008

Nella valle del Mis

I Cadini del Brenton e la Cascata di Soffia

Difficoltà: E

Nella provincia di Belluno (Veneto), nella valle del fiume Mis a 8 km da Sospirolo, è possibile vivere una delle esperienze più sensazionali per chi come me è amante dell'acqua e della fotografia.
La strada costeggia l'omonimo lago, è stretta e a tratti sono state ricavate nella roccia delle gallerie. La prudenza non è mai troppa, soprattutto in inverno e inizio primavera.





Dopo aver costeggiato l'intero lago, si oltrepassa il fiume Mis e immediatamente si abbandona la strada principale per svoltare a sinistra, fino a giungere ad un bar/ristorante, dove è possibile lasciare l'auto. In pochi minuti di cammino si giungerà alla Cascata della Soffia (basta seguire le indicazioni, una volta superato il casolare alla fine del parcheggio). Raccomando di munirsi di calzature idonee onde evitare spiacevoli inconvenienti (l'ambiente è piuttosto umido e a volte massi e radici possono rivelarsi più scivolosi di quel che ci si aspetta!). Per chi come me è appassionato di scatti con lunghi tempi di esposizione...beh, un treppiede è d'obbligo per questa visita!


"Cascata di Soffia" - 18mm-5sec-iso200-f/22


Dopo di che, riprendendo a piedi la strada in direzione Agordo, è possibile risalire le rive del fiume Mis, percorrendo un largo sentiero a ridosso di una conoide fluviale di notevoli dimensioni, formata per il trasporto da parte del torrente di ghiaia e ciottoli calcareo-dolomitici, che si presentano stratificati sulla scarpata erosa dal torrente durante l'alluvione del '66, fino a giungere ai piedi dei Cadini del Brenton: uno spettacolo unico! La loro formazione, data appunto dal torrente Brenton, è opera dell'acqua stessa e dei detriti trasportati: quest'ultimi, spinti dalla corrente, impattano in modo circolare nella roccia fino a formare delle vere e proprie vasche naturali, profonde anche 4 metri. Esse sono nominate marmitte di evorsione (meccanismo sopra descritto) o dei giganti e sono intervallate da gradini rocciosi che regalano una serie di cascate spettacolari.







Cadini del Brenton, dati di scatto:
1. 18mm-1/2sec-iso200-f/22
2. 18mm-1/3sec-iso200-f/22
3. 18mm-1/1.6sec-iso200-f/22
4. 18mm-1/1.6sec-iso200-f/22
5. 18mm-1/1.6sec-iso200-f/22
6. 18mm-1sec-iso200-f/22
7. 18mm-1sec-iso200-f/22
8. 18mm-1.3sec-iso200-f/22
9. 18mm-1.3sec-iso200-f/22


4 commenti:

L'Esteta col gilet ha detto...

ottime foto

Enrico ha detto...

Grazie mille della visita e per il commento!

serpico56 ha detto...

ciao hai compreso inpieno la poesia selvaggia di q.valle ho una casa nei paraggi l ho percorsa in ogni modo in q.anni e ogni volta è una senzazione ke mi pervade forse non sai ke la società valsalva ha prev.di costr.una centr.idroelettrica con inghiottitoio al ponte della california con 3 km di tubaz.esposta la mia guerra x salv. q. posto è app. iniz.tu ci 6666666666666?

Enrico ha detto...

Serpico56: beh ovunque siano questi progetti sono una deturpazione del paesaggio, ma se inseriti in una valle come questa... dove andremo a finire?? ma scusa la domanda, non è area protetta??

ATTENTION

All images contained in this site and their respective copyright are the sole property of Enrico Grotto and as such are protected by Italian and International Copyright Laws. They may not be copied or downloaded in part or whole using any digital, electronic or photographic means or stored in a retrieval system by any person(s), company or companies without prior written permission of the owner-photographer. For whichever use or information you can contact me via email. Thanks.